Vai Indietro   FitUncensored Forum >
Personal pages
> Work in Progress
REGISTRATI FAQ Calendario Personal Trainer Gratis Segna come Letti

Work in Progress Dove postare il proprio programma di preparazione atletica, le proprie esperienze, il proprio diario personale.

Ciao amico visitatore, cosa aspetti? Apri una discussione subito nella sezione Work in Progress

Rispondi
 
LinkBack Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio
  (#706)
Acid Angel Acid Angel Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 5,821
Data registrazione: Aug 2010
Età: 43
Invia un messaggio via Skype a Acid Angel
Predefinito 27-02-2012, 11:14 PM


Quote:
Originariamente inviato da sOmOja Visualizza Messaggio
ma cosa sarebbe successo se questo non fosse accaduto?

.
Rispondo solo a questo Claudio, per non scrivere in merito a un altro utente.

Se quello non fosse successo avrei buttato quei jeans, come ho fatto per molti altri vestiti "troppo" piccoli. Li avevo già riposti in un angolo dell'armadio, ma il fatto di rientrarci per me è uno stimolo. Io non voglio prendere peso all'infinito, mi ero stabilizzata per più di un anno su un range, con ciclo regolarissimo e in quel range vorrei rientrare, che sia di peso o di cm.

Se non fosse successo avrei pianto, magari sì, ma avrei accettato anche quella fase. Però è successo, forse perché gli obiettivi che ho ora (vene a parte... a molte donne non vengono fuori anche perché si tratta pure di predisposizione) non sono più quelli di una volta. Sono decisamente sani.
L'ideale sarebbe il folletto venoso bla bla bla, ma l'ideale quello è, non è salutare e non mi interessa più.
Vorrei che venisse considerato da chi mi commenta con rigidità. Tra l'altro il SSN mi ha congedato dicendo che sono clinicamente guarita. Perciò la fase critica si presuppone non vi sia più. O forse non dovrei più aver fiducia di nessun medico o ospedale?


Rispondi Citando
Vecchio
  (#707)
_Venus_ _Venus_ Non in Linea
One of Us
 
Messaggi: 70
Data registrazione: Mar 2011
Località: rovigo
Età: 37
Predefinito 28-02-2012, 07:45 PM


.... mamma mia questi jeans sono diventati una questione nazionale!!!!

tu hai ragione vale... dopo tanto tempo sei riuscita a metterli senza fatica, ma quel che conta è che ci sei entrata senza fare digiuni da fissati o allenamenti estremi, si sono chiusi in modo "corretto" mangiando bene e con una adeguata attività fisica.

e per questo motivo hai sentito la necessità e la voglia di condividere la gioia con noi... insomma direi che è stato un traguardo ben raggiunto come dice desp "x una donna è sempre una gioia riuscire a rimettere pantaloni che andavano stretti"

non hai perso peso, non ti sei fatta del male per riuscire a ficcartici dentro quindi io direi che ti meriti un'applauso bravissima
Rispondi Citando
Vecchio
  (#708)
taki88 taki88 Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 1,634
Data registrazione: Oct 2008
Età: 35
Predefinito 28-02-2012, 08:00 PM


Quote:
Originariamente inviato da Acid Angel Visualizza Messaggio
Avevo scritto un po' di aggiornamento ma poi mi si è bloccato tutto e ho dovuto riavviare.
Per la gioia () di chi non ha voglia di leggere, scrivo solo la conclusione... Poi il resto lo scriverò. Sto risorgendo dall'umiliazione del nutrizionista, che non è la prima... mi è stato detto di tutto dai dietologi, sia che sono una sedentaria perché la domenica non mi alleno, sia che all'età di 25 anni sembravo una che aveva appena partorito, tanto ero atonica e rilassata. E mi allenavo da 6 anni 4 volte a settimana.

Mi sono rotta le palle e non permetterò più a nessuno specialista del settore di umiliarmi. FA' eccezione la mia nutrizionista del Centro dca, che mi ha voluto bene, senza però mai capire fino in fondo il mio ideale fisico.

Con grande sforzo ho attuato cambiamenti. Ho una paura indescrivibile. Mangio da 2 settimane una quantità di kcal che in modo così continuativo non era così alta dal 2007.
Tutti i giorni olio e frutta secca.
Sono stata volontariamente una settimana senza palestra.
Mi sono torturata 2 mesi allenandomi diversamente a fare cose che fondamentalmente non mi piacciono tanto, perché sentivo che DOVEVO, perché dovevo dimagrire, perché dovevo cambiare (ma si cambia solo se si vuole), perché dovevo non deludere le aspettative. Di chi poi? Di chi mi proponeva senza imporre, ma son sempre io che alla fine faccio gli stessi errori.
Fatto sta che son tornata a certe sicurezze per lo meno nell'allenamento, perché con il cibo è un salto nel buoi SPAVENTOSO.

Stamani ho avuto una strana e piccola vittoria.

HO VINTO IO MALEDETTI... da novembre vi combatto...






Uploaded with ImageShack.us
complimenti vale!
sono contenta per te!!!
Rispondi Citando
Vecchio
  (#709)
sOmOja sOmOja Non in Linea
Power Doctor -[]-----[]-
 
Messaggi: 2,840
Data registrazione: Jun 2005
Età: 40
Predefinito 28-02-2012, 10:16 PM


Quote:
Originariamente inviato da Acid Angel Visualizza Messaggio

Se quello non fosse successo avrei buttato quei jeans, come ho fatto per molti altri vestiti "troppo" piccoli. Li avevo già riposti in un angolo dell'armadio, ma il fatto di rientrarci per me è uno stimolo. Io non voglio prendere peso all'infinito, mi ero stabilizzata per più di un anno su un range, con ciclo regolarissimo e in quel range vorrei rientrare, che sia di peso o di cm.
questa mi sembra una cosa ottima!

ci tengo a dire che non ti giudico in alcun modo, non è un atteggiamento che mi appartiene.
tu non sei il tuo disturbo, così come io non sono ciò che vedi quando mi guardi o che pensi quando mi leggi su un forum, ogni aspetto è solo una parte del tutto.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#710)
Rocker Rocker Non in Linea
Banned
 
Messaggi: 597
Data registrazione: Sep 2011
Età: 42
Predefinito 28-02-2012, 10:31 PM


Ciao Vale, ammetto che faccio fatica a star dietro al tuo diario in quanto le discussioni sono sempre molto accese con pagine e pagine di commenti e spesso non ho il tempo materiale per riassumere il tutto e mi perdo però noto (dal tuo post con le immagini) che in parte hai già trionfato, da come dici, hai iniziato ad inserire olio e frutta secca tutti i giorni (quindi in prevalenza grassi e di conseguenza un fabbisogno maggiore di quello che avevi tenuto come modello, ovvero il minimo indispensabile)

Di questo sono contento davvero, cosi stai bene e in salute soprattutto...
Ti auguro di darci dentro continuamente e combattere la paura che rompe sempre le palle e ci rovina l'esistenza...e di questo ne sono consapevole pure io che nonostante tutto sto iniziando a reagire e a sorridere di più apprezzando quello che è il mio mondo quotidiano (moglie, famiglia, sport)

Rispondi Citando
Vecchio
  (#711)
Acid Angel Acid Angel Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 5,821
Data registrazione: Aug 2010
Età: 43
Invia un messaggio via Skype a Acid Angel
Predefinito 05-04-2012, 10:35 PM


Ho reinserito quotidianamente un po' di fonti di grassi (oltre alle ombre di sesamo nelle fette similwasa e ai grassi contenuti in sgombro e fiocchi di latte), cioè noci, mandorle e olio. Pochi, sempre pochi vs un'alimentazione normale ma per me sono moltissimi.

Non sto avendo voglia di dolce, come mi capitò l'anno scorso (però poi l'anno scorso non so perché mi tornò e rientrai nel loop del latticino dolcificato), consumo anche il Fage in versione naturale o cmq salata/speziata, lo stesso dicasi per gli altri latticini. Stasera ho mangiato dopo cena 200g di quark magro con crusca e cacao, e per "rifarmi la bocca" ho dovuto mangiare una fetta al sesamo, perché il gusto dolce mi stuccava. Mah.

Mi sto attenendo su una media settimanale che oscilla tra le 1300 e le 1350 kcal, con max 100g di pro al giorno. Carboidrati da frutta (ultimamente solo mele e poche arance) e fette wasa, crusca di frumento e raramente riso basmati (nell'ordine di 30g di riso a porzione).

Registro oggi un quasi attacco di ansia, o non so cosa, ero in palestra all'ora di pranzo (non sono abituata ad allenarmi a quell'ora), e la TROPPA LUCE che mi illuminava mi ha scatenato repulsione verso la mia immagine.
Sì, repulsione. Questo provo. Nonostante i jeans che calzano di nuovo.
Sono ufficialmente 10 kg in più vs il mio peso minimo registrato, e la cosa non passa inosservata nel mio cervello.

Sento che l'introito calorico è cmq da dieta ipercalorica per me. Cerco di avere pazienza, di vedere 'sto metabolismo del c@zzo che si alza, ma mi sto stufando di non potermi vedere allo specchio, né di potermi vedere in foto.



Mi guardo e vedo l'ombra di quella che ero.





Mi vedo esplosa in un corpo curvilineo che amavo più spigoloso. Fossi più morbida nel carattere e meno nelle forme corporee...
Parlavo della repulsione. Facendo i pettorali in un momento in cui non poteva vedermi nessuno non sono riuscita ad evitare il pianto.
Che palle.

Domenica è Pasqua e io ho il menu differenziato vs gli altri commensali (siamo a casa di mia nonna).
Il problema è che c'è la colomba, uno dei miei dolci lievitati preferito in assoluto, che l'anno scorso per punirmi di altri eccessi non consumai e che mi sogno da 2 anni, e so che la mangerò. E so già che mi verrà caldo, sarò agitatissima nel mangiarla, nel tagliare la fetta (anzi no, 2 fette più un pezzettino) perfetta, nel godermela, e poi non me la godrò.

Tanto per dare un'idea, scrivo il menu di tutti e il mio menu:
Antipasto:
Uovo benedetto
Antipasto di salumi e insaccati: capocollo, salamino, prosciutto crudo
Acid Antipasto:
Albume benedetto
Prosciutto crudo


Primo
Lasagne con besciamella, carciofi e prosciutto cotto
Acid Primo
Non contemplato


Secondo
Fritto di costolette di agnello
Acid Secondo
Bistecchina di vitella (carne bianca, of course)


Contorno
Carciofi fritti
Patate fritte
Insalata mista full of oil
Acid contorno
Broccoli cotti al microonde conditi con sale, pepe, aglio in polvere
Zucca a pezzetti con cipolla e pomodoro sempre al microonde, come ogni giorno, come ogni pranzo, come ogni cena della settimana


Dolce
Colomba
Acid Dolce
Colomba pesata sulla bilancia così so che danno faccio.


5 anni fa a maggio iniziai il primo diario in cui contavo le calorie, e piano piano cominciai a restringere.
A oggi non mi sembra di aver fatto passi da gigante sulla gestione del cibo.

Ultima Modifica di Acid Angel : 05-04-2012 10:47 PM.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#712)
orange orange Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 15,180
Data registrazione: Apr 2008
Predefinito 05-04-2012, 10:45 PM


Un passo avanti potrebbe essere un menù differenziato, però dove mangi qualcosa che durante l'anno non mangi.

Alla fine così mangeresti uguale a sempre (colomba a parte)

Magari iniziando a inserire cibi meno "sgarrosi" di fritti e altre cose ma comunque nuovi, potrebbe fare da primo passo.

Rispondi Citando
Vecchio
  (#713)
Yashiro Yashiro Non in Linea
inattivo
 
Messaggi: 6,156
Data registrazione: Jan 2010
Predefinito 05-04-2012, 10:51 PM


Ciao cara....
Quote:
Originariamente inviato da Acid Angel Visualizza Messaggio
Ho reinserito quotidianamente un po' di fonti di grassi (oltre alle ombre di sesamo nelle fette similwasa e ai grassi contenuti in sgombro e fiocchi di latte), cioè noci, mandorle e olio quotidiani. Pochi, sempre pochi vs un'alimentazione normale ma per me sono moltissimi.
Non sono "pochi" ma come dici tu sono molti per i tuoi standard, l'importante è che tu riesca a continuare a lavorarci su.
Non sto avendo voglia di dolce, come mi capitò l'anno scorso (però poi l'anno scorso non so perché mi tornò e rientrai nel loop del latticino dolcificato), consumo anche il Fage in versione naturale o cmq salata/speziata, lo stesso dicasi per gli altri latticini. Stasera ho mangiato dopo cena 200g di quark magro con crusca e cacao, e per "rifarmi la bocca" ho dovuto mangiare una fetta al sesamo, perché il gusto dolce mi stuccava. Mah. Beh dai, questo sembrerebbe un segnale positivo no? E' comunque un cambiamento nei tuoi gusti, quindi qualcosa sta evolvendo e si tratta comunque di una dipendenza che si indebolisce... dico male?

Mi sto attenendo su una media settimanale che oscilla tra le 1300 e le 1350 kcal, con max 100g di pro al giorno. Carboidrati da frutta (ultimamente solo mele e poche arance) e fette wasa, crusca di frumento e raramente riso basmati (nell'ordine di 30g di riso a porzione).
...però ancora non riesci a distogliere la tua attenzione dal conteggio compulsivo delle kcal...

Registro oggi un quasi attacco di ansia, o non so cosa, ero in palestra all'ora di pranzo (non sono abituata ad allenarmi a quell'ora), e la TROPPA LUCE che mi illuminava mi ha scatenato ripulsione verso la mia immagine.
Eri sola? E' stata la luce il fattore scatenante, e se si come? Ti illuminava tanto da costringerti a fissarti in quanto in risalto, o è stato il riverbero luminoso che ti ha fatto scatenare questo attacco, apparentemente non collegabile?
Sì, ripulsione. Questo provo. Nonostante i jeans che calzano di nuovo.
Sono ufficialmente 10 kg in più vs il mio peso minimo registrato, e la cosa non passa inosservata nel mio cervello. Se dici così ahimè è per forza vero... se coscientemente ce lo fai notare significa che nell'inconscio è un tema ben sottolineato.
Sento che l'introito calorico è cmq iper per me. Cerco di avere pazienza, di vedere 'sto metabolismo del c@zzo che si alza, ma mi sto stufando di non potermi vedere allo specchio, né di potermi vedere in foto.
Mi guardo e vedo l'ombra di quella che ero. Mi vedo esplosa in un corpo curvilineo che amavo più spigoloso. Fossi più morbida nel carattere e meno nelle forme corporee...Curvilineo, ma che comunque entra nei jeans quindi sei filiforme ma non sono le dimensioni ad inquietarti, temo, quanto la qualità della "texture" che non è più quella che brami. Potrebbero quadrarti i numeri ed i centimetri, essere 48Kg ed essere filiforme ma se non fossi "dura" e svenata non ti sentiresti appagata...dico male?
Parlavo della repulsione. Facendo i pettorali in un momento in cui non poteva vedermi nessuno non sono riuscita ad evitare il pianto.
Che palle. Più che palle, che dispiacere Perché hai pianto, se posso chiedere? Senso di oppressione generalizzato, o per le riflessioni di cui sopra, o per la repulsione di te stessa?

Domenica è Pasqua e io ho il menu differenziato vs gli altri commensali (siamo a casa di mia nonna).
Il problema è che c'è la colomba, uno dei miei dolci lievitati preferito in assoluto, che l'anno scorso per punirmi di altri eccessi non consumai e che mi sogno da 2 anni, e so che la mangerò.

Tanto per dare un'idea, scrivo il menu di tutti e il mio menu:
Antipasto:
Uovo benedetto
Antipasto di salumi e insaccati: capocollo, salamino, prossiutto crudo
Acid Antipasto:
Albume benedetto
Prosciutto crudo


Primo
Lasagne con besciamella, carciofi e prosciutto cotto
Acid Primo
Non contemplato


Secondo
Fritto di costolette di agnello
Acid Secondo
Bistecchina di vitella (carne bianca, of course)


Contorno
Carciofi fritti
Patate fritte
Acid contorno
Broccoli cotti al microonde conditi con sale, pepe, aglio in polvere
Zucca a pezzetti con cipolla e pomodoro sempre al microonde, come ogni giorno, come ogni pranzo, come ogni cena della settimana


Dolce
Colomba
Acid Dolce
Colomba pesata sulla bilancia così so che danno faccio.


5 anni fa a maggio iniziai il primo diario in cui contavo le calorie, e piano piano cominciai a restringere.
A oggi non mi sembra di aver fatto passi da gigante sulla gestione del cibo.

Non abbandonarti al pessimismo, se ci rifletti a mente fredda sai di aver fatto progressi notevoli. Ma sai da tempo che non si risolve nulla ma si impara a controllare, a conviverci ed anche quello richiede tempo. Non angustiarti o colpevolizzarti.... le feste purtroppo ti espongono a questo ulteriore stress, tieni duro! Se hai bisogno di una spalla (malconcia ) o di supporto di qualsiasi tipo, sai dove trovarmi
:-*
Rispondi Citando
Vecchio
  (#714)
Acid Angel Acid Angel Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 5,821
Data registrazione: Aug 2010
Età: 43
Invia un messaggio via Skype a Acid Angel
Predefinito 05-04-2012, 11:28 PM


Non sono "pochi" ma come dici tu sono molti per i tuoi standard, l'importante è che tu riesca a continuare a lavorarci su.

Sì, ma ogni giorno è una lotta. Mi chiedo dove vada a finire la mia intelligenza quando spacco una noce o misuro un cucchiaino di olio e mi viene da piangere a mangiarli.

Beh dai, questo sembrerebbe un segnale positivo no? E' comunque un cambiamento nei tuoi gusti, quindi qualcosa sta evolvendo e si tratta comunque di una dipendenza che si indebolisce... dico male?

Lo spero, ma anche last year fu lo stesso. Boh, sto a vedere.



...però ancora non riesci a distogliere la tua attenzione dal conteggio compulsivo delle kcal...

E ora apprissimo alle 50 kcal, perciò in questo senso sono migliorata, inoltre se mangio meno li considero come "bonus calorici" per qualcosina in più da concedermi, insomma non sto più al ribasso a tutti i costi e comunque il totale che mi concedo mi pare molto alto.



Eri sola? E' stata la luce il fattore scatenante, e se si come?
No, ero a pump. Tra l'altro il gruppo dell'ora di pranzo è costituito da persone che conosco molto bene. C'era luce che mi illuminava direttamente le gambe e i fianchi (ho gli shorts perché fa' troppo caldo per i pantaloni lunghi) e la cosa mi ha scatenato la reazione. Poi il meccanismo non te lo so spiegare, altrimenti avrei mantenuto la lucidità...


Ti illuminava tanto da costringerti a fissarti in quanto in risalto, o è stato il riverbero luminoso che ti ha fatto scatenare questo attacco, apparentemente non collegabile?

Io sono davandi allo specchio, è quello il mio posto, me lo lasciano proprio come se fosse assegnato, data l'"anzianità" diciamo. Perciò non posso evitare di guardarmi, e peggio mi vedo e più intensamente mi guardo, e più intensamente guardo i pezzi dei corpi delle altre che preferisco vs i miei. La sera da 2 mesi viene una ragazza evidentemente anoressica ma piuttosto definita, io non riesco a sostenerne la vista. Non la posso guardare, mi scontro con questo corpicino nervoso che rappresenta un'ombra e in maniera latente una sconfitta, la mia.

Curvilineo, ma che comunque entra nei jeans quindi sei filiforme ma non sono le dimensioni ad inquietarti, temo, quanto la qualità della "texture" che non è più quella che brami.

Ricordo che indossavo i fuseaux bianchi e se tendevo la gamba in trasparenza si vedevano le inserzioni del quadricipite, e rilassata la gamba era perfettamente liscia. Ora sicuramente la texture è molto cambiata, e non credo che solo da sottopeso/malata potrei ritornare così. Il problema è che dentro di me sento che no ce la farò mai più, anche per una sorta di entropia cui il mio corpo è condannato. L'entropia del sovrappeso indipendentemente dai sacrifici (ora non sono sovrappeso, ma a forza di mezzi kg poi si fa' presto ad aumentare).

Potrebbero quadrarti i numeri ed i centimetri, essere 48Kg ed essere filiforme ma se non fossi "dura" e svenata non ti sentiresti appagata...dico male?

No, infatti a me il magro delle modelle delle passerelle non ha mai interessato, lo sai. Io ricordo i MIEI 48, ma in realtà anche i miei 54 mi sarebbero andati benissimo. Non so dove ho sbagliato per arrivare fino a qui.

Perché hai pianto, se posso chiedere? Senso di oppressione generalizzato, o per le riflessioni di cui sopra, o per la repulsione di te stessa?
Perché sono così stanca... per lo meno prima facevo sacrifici ma almeno occupavo poco spazio, ora non sento di aver più nulla (fisicamente parlando eh)... e in questi momenti non penso ad altro, tutto va' in secondo piano. L'altro giorno vidi una signora molto anziana al mercato che mangiava una pasta di mandorle (io adoro le paste di mandorle ma non so da quanto tempo non ne mangio per il terrore di eccedere). Io per un attimo, so che è sbagliato, ma mi sono detta "Ah, non vedo l'ora di essere così vecchia da potermene fregare della magrezza e potermi concedere quello che mi piace."



Non abbandonarti al pessimismo, se ci rifletti a mente fredda sai di aver fatto progressi notevoli. Ma sai da tempo che non si risolve nulla ma si impara a controllare, a conviverci ed anche quello richiede tempo. Non angustiarti o colpevolizzarti.... le feste purtroppo ti espongono a questo ulteriore stress, tieni duro! Se hai bisogno di una spalla (malconcia ) o di supporto di qualsiasi tipo, sai dove trovarmi
Grazie Gabry, sai che è reciproco.
Mah, il colpevolizzarmi mi viene di default, sarà un momento probabilmente. Però per me il mio corpo è il vestito più scomodo da indossare ogni giorno...
Rispondi Citando
Vecchio
  (#715)
Acid Angel Acid Angel Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 5,821
Data registrazione: Aug 2010
Età: 43
Invia un messaggio via Skype a Acid Angel
Predefinito 05-04-2012, 11:31 PM


Quote:
Originariamente inviato da orange Visualizza Messaggio
Un passo avanti potrebbe essere un menù differenziato, però dove mangi qualcosa che durante l'anno non mangi.

Alla fine così mangeresti uguale a sempre (colomba a parte)

Magari iniziando a inserire cibi meno "sgarrosi" di fritti e altre cose ma comunque nuovi, potrebbe fare da primo passo.

Già mangio la colomba Orange!
E poi io il prosciutto crudo lo mangio sì o no una volta all'anno, e mi piace tantissimo.
2 settimane fa ho già rimangiato il grana grattugiato e a cubetti, perciò già sto ampliando le mie vedute.
Quanto alla carne, mangio sempre praticamente solo petto di pollo, per via delle finanze scarse, la vitella è una carne pregiata che non mangio mai.

Pensa che ho proposto io il fritto perché non mi interessa, mentre se ci fosse stato l'agnello arrosto sicuramente l'avrei mangiato con tanto di patate, ma volevo evitare. Ho preferito la colomba ecco. E poi lo so che tra sab e lunedì probabilmente ci scapperà una pizza, e il mio metabolismo non regge troppi sgarri ravvicinati secondo me...

Quanto al mangiare altri cibi per me inusuali, alla fine non mi interessano... se penso a un'uscita dal mio schema penso a un dolce come cristo comanda o alla pizza, questo lo sai. Mangiare tortelli o altri primi è una cosa cui rinuncio volentieri in virtù di altro. Farei più fatica a dire di no a una confezione di ricotta o a un cesto di fichi piuttosto che agli gnocchi al ragù.

Ultima Modifica di Acid Angel : 05-04-2012 11:34 PM.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#716)
asama000 asama000 Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 1,384
Data registrazione: Oct 2009
Località: Toscana - Livorno
Età: 53
Predefinito 06-04-2012, 12:15 AM


Cara Acid
è la prima volta, penso, che scrivo su questo tuo diario. Sinceramente non mi sono mai sentito all'altezza per intervenire, sia perché non conosco di persona il tuo problema, sia perché non sono per niente competente in fatto di cibo.
Spero che non ti offenderai se ti dico che questo
Quote:
Albume benedetto
mi ha strappato un sorriso che forse non dovrebbe starci nel leggere la tua lotta quotidiana con te stessa. Tuttavia mi chiedo davvero se rinunciare al tuorlo (probabilmente l'unico tuorlo dell'anno) valga il sottolineare la tua differenza dagli altri commensali.
Per i contorni mi sfugge invece il perché non puoi mangiare
Quote:
Insalata mista full of oil
magari senza il pieno di olio. Anche qui rimarchi la tua differenza dai tuoi familiari.
Spero che mi scuserai se mi sono permessso queste osservazioni. Di solito sono incline a trovare significati leggendo gli atteggiamenti in modo simbolico. Non so se questo ti può essere di aiuto.

vorrei aggiungere qualcosa su questa frase
Quote:
Mi chiedo dove vada a finire la mia intelligenza quando spacco una noce o misuro un cucchiaino di olio e mi viene da piangere a mangiarli.
Purtroppo, o per fortuna, non esiste solo la razionalità ma anche il mondo delle emozioni. Accanto allo scavare in te stessa cercando ragioni potresti provare a raccogliere e meditare sulle tue emozioni e sui tuoi sentimenti.
Un caro saluto

P.S.: prima o poi spero che ci conosceremo di persona!
Rispondi Citando
Vecchio
  (#717)
Lorenzo Lorenzo Non in Linea
UncensoredModerator
 
Messaggi: 3,101
Data registrazione: Apr 2005
Località: vicino al mare
Età: 47
Predefinito 06-04-2012, 12:52 AM


Ho reinserito quotidianamente un po' di fonti di grassi (oltre alle ombre di sesamo nelle fette similwasa e ai grassi contenuti in sgombro e fiocchi di latte), cioè noci, mandorle e olio. Pochi, sempre pochi vs un'alimentazione normale ma per me sono moltissimi.

oddio, spesso in un'alimentazione normale magari i grassi sono pochi di più ma probabilmente scelti da fonti peggiori.
io credo che forse tu non te ne rendi conto ma hai fatto una grande progresso con i grassi. per renderli "ottimali" ti manca pochissmo


Non sto avendo voglia di dolce, come mi capitò l'anno scorso (però poi l'anno scorso non so perché mi tornò e rientrai nel loop del latticino dolcificato), consumo anche il Fage in versione naturale o cmq salata/speziata, lo stesso dicasi per gli altri latticini. Stasera ho mangiato dopo cena 200g di quark magro con crusca e cacao, e per "rifarmi la bocca" ho dovuto mangiare una fetta al sesamo, perché il gusto dolce mi stuccava. Mah.
credo che il tuo corpo stesso ti chieda di cambiare e tu giustsamente lo assecondi. alla fine lo hai saturato con la ricerca artificiale del dolce. E forse anche tu inconsciamente hai vogli di cambiare.
io lo vedo solo come un buon segno.
Ti permetterà di affrontare il dolce più distesa, proprio perchè non ne stai sentendo la necessità.


Registro oggi un quasi attacco di ansia, o non so cosa, ero in palestra all'ora di pranzo (non sono abituata ad allenarmi a quell'ora), e la TROPPA LUCE che mi illuminava mi ha scatenato repulsione verso la mia immagine.
il problema della troppa luce è legato anche a qualcosa di fisiologico o cmq legato a una tua caratteristica. Basti pensare al fastidio che provi con la luce che filtra in casa...eppure in quei frangenti non puoi vedere la tua immagine da nessuna parte.

Sì, repulsione. Questo provo. Nonostante i jeans che calzano di nuovo.
Sono ufficialmente 10 kg in più vs il mio peso minimo registrato, e la cosa non passa inosservata nel mio cervello.
Io sono davandi allo specchio, è quello il mio posto, me lo lasciano proprio come se fosse assegnato, data l'"anzianità" diciamo. Perciò non posso evitare di guardarmi, e peggio mi vedo e più intensamente mi guardo,
chissà, forse anche in questo caso, così come è successo nel passaggio da salato a dolce, potresti provare a passare dal tuo posto in alto a sx, magari al centro. In ogni caso provare a spostarti, a cambiare, anche lì.

Sento che l'introito calorico è cmq da dieta ipercalorica per me. Cerco di avere pazienza, di vedere 'sto metabolismo del c@zzo che si alza, ma mi sto stufando di non potermi vedere allo specchio, né di potermi vedere in foto.
forse potresti provare semplicemente a guardare unicamente Nunzia.
oppure guardati, ma, per una maledetta volta, non giudicarti.

Oppure...oppure...oppure te lo dico di là...


Domenica è Pasqua e io ho il menu differenziato vs gli altri commensali (siamo a casa di mia nonna).
Il problema è che c'è la colomba, uno dei miei dolci lievitati preferito in assoluto, che l'anno scorso per punirmi di altri eccessi non consumai e che mi sogno da 2 anni, e so che la mangerò. E so già che mi verrà caldo, sarò agitatissima nel mangiarla, nel tagliare la fetta (anzi no, 2 fette più un pezzettino) perfetta, nel godermela, e poi non me la godrò.

5 anni fa a maggio iniziai il primo diario in cui contavo le calorie, e piano piano cominciai a restringere.
A oggi non mi sembra di aver fatto passi da gigante sulla gestione del cibo.

Quando capirai che non hai bisogno di punirti (nè, soprattutto, lo meriti), allora potrai mangiare 2 o 3 pezzi di colomba, lasciando i pezzettini agli altri.

Bonne nuit
Rispondi Citando
Vecchio
  (#718)
DesperateGymwife DesperateGymwife Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 2,699
Data registrazione: Aug 2009
Predefinito 06-04-2012, 01:29 AM


Quote:
Originariamente inviato da Acid Angel Visualizza Messaggio
5 anni fa a maggio iniziai il primo diario in cui contavo le calorie, e piano piano cominciai a restringere.
A oggi non mi sembra di aver fatto passi da gigante sulla gestione del cibo.
So che tutto è relativo, ma la cosa che a me ha più colpito di tutto il tuo post è questa frase. Dal mio punto di vista, un menù alternativo come quello che seguirai tu mangiando insieme agli altri, è un esempio di capacità sovrumana di gestione del cibo .

Io non riuscirei mai a fare una cosa del genere, figurati che mi ero imposta di non mangiare dolci da questo lunedì fino a sabato e stasera ho già ceduto mangiando due fette di colomba al cioccolato.
Non sarà di consolazione, ma sappi che io continuo ad ammirare moltissimo la tua forza di volontà e capacità di resistere alle tentazioni, e non so cosa darei per averne anche solo la metà.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#719)
Gianlu..... Gianlu..... Non in Linea
FIPL Moderator
 
Messaggi: 11,338
Data registrazione: Nov 2006
Località: Genova
Età: 38
Predefinito 06-04-2012, 02:31 AM


ciao vale.. concordo con lore.. ma punzione de che? se non c'è crimine non c'è neanche la punizione! e mangiare 3 fette di colomba una volta l'anno, per dire, è giusto. anche in termini di controllo dell'alimentazione. insomma fa parte della dieta e non ne inficia la qualità. non cambia proprio a livello saluare/dietistico...

quindi sgarra con la coscienza pulita

ma, so che lo sai

io ad esempio se voglio sono estremamente rigido e riesco a rinunciare a qualunque tentazione, ma se voglio sgarro all'ennesima potenza senza il minimo senso di colpa: perchè non ho "ceduto" allo sgarro ma bensi ho voluto sgarrare (anche programmato, spesso)

buona pasqua!
Rispondi Citando
Vecchio
  (#720)
Acid Angel Acid Angel Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 5,821
Data registrazione: Aug 2010
Età: 43
Invia un messaggio via Skype a Acid Angel
Predefinito 06-04-2012, 04:05 PM


Quote:
Originariamente inviato da asama000 Visualizza Messaggio
Cara Acid
è la prima volta, penso, che scrivo su questo tuo diario. Sinceramente non mi sono mai sentito all'altezza per intervenire, sia perché non conosco di persona il tuo problema, sia perché non sono per niente competente in fatto di cibo.

Caro Andrea,
mi ha fatto moltissimo piacere leggere il tuo intervento. Mi dispiace apprendere che nei mesi passati non sei mai intervenuto perché non ti ritenevi all'altezza per un motivo o per un altro. Qui le persone che conoscono la realtà si contano sulla punta delle dita, e ti dico la verità, è cosa normale, così come è normale che non è automatico che chi ne sa di medicina o alimentazione in generale (nutrizione, dietistica ecc) sia il più informato. Come potrai immaginare chi conosce molto bene le dinamiche che ho nel cervello è o una persona che lo vive da dentro, o chi vive ME nel quotidiano.

Ti dico questo per dirti che qualora tu volessi scrivere qua saresti SEMPRE il benvenuto, anche solo per fare domande. Io sono sempre contenta di spiegare certe cose, di eviscerare certi miei comportamenti e pensieri. Serve a me in primis, per conoscermi meglio, e poi per informare. L'ignoranza del muro di silenzio dietro ai disturbi alimentari è qualcosa di difficilissimo da abbattere, e sono le persone che ne sono/sono state affette che lo fortificano con il loro senso di vergogna o di negazione.

Aggiungo anche che da mesi ormai il mio diario, sotto consiglio di Yashiro, ha cambiato il titolo, e come vedi è un "diario incasinato" a tutto tondo, non necessariamente un diario solo alimentare. Certo, il fatto che il cibo sia il fulcro di questo blog è comunque innegabile



Spero che non ti offenderai se ti dico che questo
mi ha strappato un sorriso che forse non dovrebbe starci nel leggere la tua lotta quotidiana con te stessa.

Non mi offendo affatto, anzi. Quando mi conoscerai dal vivo (e c'è da essere veramente "cialtroni" a non averlo ancora fatto, visto che siamo così vicini ) ti accorgerai che ho molta autoironia. Ho scritto "albume benedetto" proprio per rimarcare l'apparente assurdità della cosa, in quanto non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello di mangiarmi un tuorlo, per di più lesso, stoppaccioso... il motivo lo spiego sotto.
Ora però voglio raccontarti un episodio in cui ti dimostro quanto sia difficile offendermi, in quanto ho chiara e precisa consapevolezza di quello che sono dal punto di vista alimentare.
Tempo fa, avevo già recuperato peso e iniziavo a stare meglio, ricordavamo con mia madre quanto fossi magra X mesi prima. Lei mi disse che io, per quanto mangiavo, beh sarei riuscita a sopravvivere anche il un lager nazista (lo disse con profonda amarezza), a campare di bucce di patate... alché io le dissi "Mamma, ma sei matta??? Con quelle non ci sopravvivevo, ci ingrassavo! Le patate sono carboidrati!!!"
Ci mettemmo a ridere, perché mi resi conto della non sanità di certe mie scelte.
Certo, io non rido quando scrivo questi post, né rido ogni volta che mangio. Ma una ratio va' recuperata sempre e comunque, soprattutto perché, se ci si prende troppo sul serio, la vita non è più fatta di alti e bassi, ma di bassi e basta.



Tuttavia mi chiedo davvero se rinunciare al tuorlo (probabilmente l'unico tuorlo dell'anno) valga il sottolineare la tua differenza dagli altri commensali.

Sai, uniformarmi o non uniformarmi poco m'importa, io credo che mia nonna, mia madre e mio padre, mia zia e il mio fidanzato mi amino lo stesso anche senza mangiare un tuorlo. Per loro già è una festa che io mi sieda a tavola con loro... come vedi tutto è relativo.
Quanto al tuorlo, è stato un mio cibo anticristo per moltissimo tempo. Nella riabilitazione ne mangiai uno, ricordo benissimo il giorno e come lo mangiai (stascicato tipo carbonara nel riso basmati), poi ne ho mangiati un po' nel periodo primaverile dell'anno scorso, quando Lorenzo mi suggerì la Zona e allora mi faceva "gioco" usare il tuorlo perché rispetto ad altri grassi potevo giocare al ribasso. Poi basta, ho abbandonato quel regime così restrittivo e mi sono liberata anche dei tuorli
Per quanto riguarda QUEL tuorlo, stanotte alle 4 ho letto il tuo post (eh, se mi leggi sai che non dormo molto)... per me è automatico non mangiare il tuorlo, non mi interessa proprio. Al di là di quello però volevo darti una motivazione più profonda, più credibile diciamo. Un tuorlo medio nella mia testa è un numero, cioè 50 kcal.
CINQUANTA calorie di grassi saturi (lo so che ci sono molto microelementi e anche una buona dose di pro, ma il mio cervello semplifica e ci vede solo i grassi, lo considera una fonte di grassi). Conteggiando le kcal della giornata io approssimo qua e là, e comunque almeno 50 kcal di errore ogni giorno ci sono (e per me l'errore significa che avrei dovuto mangiare 50 kcal in meno per parificare quell'errore, cioè per me non esiste la possibilità di aver sbaglaito IO a contare per eccesso. Se oggi ho conteggiato 1200, non può essere in realtà 1150, semmai è 1250). Detto questo, in una giornata come Pasqua in cui posso controllare fino a un certo punto nonostante il menu differenziato, anche QUELLE 50 kcal del tuorlo mi fanno comodo, me le gioco magari con una manciatina piccolina di colomba in più o mezza fetta di prosciutto non programmata nel mio cervello. Però almeno scelgo, e scelgo qualcosa che mi dia piacere. Pensa, non mangiando un tuorlo che nemmeno mi garba mi ci entra un frutto... tu lo mangeresti il tuorlo, sapendo di dover stare molto attento a tutto?


Per i contorni mi sfugge invece il perché non puoi mangiare
magari senza il pieno di olio. Anche qui rimarchi la tua differenza dai tuoi familiari.


Sinceramente se c'è una cosa che non riesco a strozzare è l'insalata. Io cuocio anche quella... non riesco a mangiarla, non mi piace. Allora mangio un altro contorno perché la sazietà la raggiungo con l'aiuto della verdura.
Non penso sia giusto che l'adeguamento forzato a un menu che mi da' solo ansia significhi l'accettazione dell'altro nei miei confronti.
Non ci sto più. Ho passato 28 anni della mia vita a negare la vera me per compiacere chiunque, oggi per lo meno sul cibo, che è collegato al mio corpo, che è il mio tempio, cibo con cui ho sempre combattuto e grande fonte di ansia e di piacere, beh io dico no. Dico no e scelgo per me, anche a costo di sembrare egoista o asociale.
Se non fossi stata fidanzata al 99% avrei passato la Pasqua a casa mia da sola.
Oggi è un bel passo avanti quello che sto facendo...



Spero che mi scuserai se mi sono permessso queste osservazioni. Di solito sono incline a trovare significati leggendo gli atteggiamenti in modo simbolico. Non so se questo ti può essere di aiuto.


Ti ripeto che mi hai fatto piacere e sono apertissima al confronto. Per quanto mi riguarda poi, io sono un groviglio di simbolismi, ogni mio comportamento alimentare, se vai a vedere, ha un suo perché e spesso più di uno...


potresti provare a raccogliere e meditare sulle tue emozioni e sui tuoi sentimenti.

Lo faccio di continuo. Sono spossata da quanto lo faccio. E sinceramente inizio anche a essere un po' stanca, esaurita.

P.S.: prima o poi spero che ci conosceremo di persona!
Ma certo, come ti ho scritto sopra!

Quote:
Originariamente inviato da Lorenzo Visualizza Messaggio

oddio, spesso in un'alimentazione normale magari i grassi sono pochi di più ma probabilmente scelti da fonti peggiori.
io credo che forse tu non te ne rendi conto ma hai fatto una grande progresso con i grassi. per renderli "ottimali" ti manca pochissmo


Già invece sto pensando al ribasso... ah ma tu intendevi che mi manca pochissimo nel senso che mi basta ridurli un pochino e ci sono? Ok!



credo che il tuo corpo stesso ti chieda di cambiare e tu giustsamente lo assecondi. alla fine lo hai saturato con la ricerca artificiale del dolce. E forse anche tu inconsciamente hai voglia di cambiare.
io lo vedo solo come un buon segno.
Ti permetterà di affrontare il dolce più distesa, proprio perchè non ne stai sentendo la necessità.


Domenica vedremo... ma ho un presentimento... molto simile a Capodanno ma che dovrò contenere per via di tutte le persone che ci saranno a tavola.



il problema della troppa luce è legato anche a qualcosa di fisiologico o cmq legato a una tua caratteristica. Basti pensare al fastidio che provi con la luce che filtra in casa...eppure in quei frangenti non puoi vedere la tua immagine da nessuna parte.


In palestra mi da' fastidio perché illumina le ciccette sui fianchi e le gambe, queste gambe che odio da quando avevo 13 anni.
In casa non riesco ad avere la luce negli occhi... non mi vedo io ma mi scopre.


chissà, forse anche in questo caso, così come è successo nel passaggio da salato a dolce, potresti provare a passare dal tuo posto in alto a sx, magari al centro. In ogni caso provare a spostarti, a cambiare, anche lì.

No.
Ci ho provato ma perdo la concentrazione. Ok il cambiamento ma una persona ha bisogno anche di certe sicurezze. Nell'altra palestra dove vado il venerdì alle 13.00 sono sempre in fondo e non me ne curo, ma nella MIA palestra è dal 2001 che mi alleno in quel posto (nonostante 3 traslochi della palestra stessa). Non sono fatta per stupire il mio cervello con 'ste cose.
Ho fatto una quantità di cambiamenti sia alimentari che di vita negli ultimi anni che, se ci penso, sento di aver vissuto per lo meno 3 vite diverse, con 3 diverse me. Forse anche 4 o 5.
Nel quotidiano necessito di avere dei punti di riferimento. Poi se capita di cambiare posto ok, ma io non lo scelgo.

forse potresti provare semplicemente a guardare unicamente Nunzia.
oppure guardati, ma, per una maledetta volta, non giudicarti.

Oppure...oppure...oppure te lo dico di là...



Se guardo Nunzia (nota per il lettori, Nunzia è la mia istruttrice, statuaria 50enne tutta muscoli e vene) è pure peggio, perché lei sì che è l'ideale che non raggiungerò mai.
Ho letto anche di là...

Quando capirai che non hai bisogno di punirti (nè, soprattutto, lo meriti), allora potrai mangiare 2 o 3 pezzi di colomba, lasciando i pezzettini agli altri.

Bonne nuit


Il "pezzettino" è l'appendice della fetta... non riesco a mangiare 2 o 3 fette senza potermi psicologicamente sentire libera di mangiare un altro "pezzettino" che non sia quantificabile come fetta perché è un po' meno. Questo intendo con pezzettino. Come mangiare una pizza però senza la pasta cruda e poi un altro pezzo di pizza. Io non riesco a ragionare a compartimenti stagni, a porzioni chiuse. Voglio avere la libertà di uscire dallo schema. Ti ricordi quando ho provato la Zona? Dopo poco ho sklerato perché a quel quantitativo di cho per blocco non potevo aggiungere altro... e il non potermi permettere che so, mezza mela in libertà mi faceva dare di matto.
Ora mi dirai "L'elasticità della Zona", ecc... ma si tratta sempre di uno schema precostituito che, così strutturato, non faceva per me. Forse oggi sì, non lo so, prima no.
Allo stesso modo la "fetta" non mi va' giù... fetta più fetta poi forse altro pezzettino, allora magari sì. Come se così mi sentissi di aver potuto mangiare un po' di più senza far danni.
Quote:
Originariamente inviato da DesperateGymwife Visualizza Messaggio
So che tutto è relativo, ma la cosa che a me ha più colpito di tutto il tuo post è questa frase. Dal mio punto di vista, un menù alternativo come quello che seguirai tu mangiando insieme agli altri, è un esempio di capacità sovrumana di gestione del cibo .

Io non riuscirei mai a fare una cosa del genere, (...)
Non sarà di consolazione, ma sappi che io continuo ad ammirare moltissimo la tua forza di volontà e capacità di resistere alle tentazioni, e non so cosa darei per averne anche solo la metà.
Grazie Desp.
Per me sulla tavola di Pasqua in realtà ci saranno solo 2 tentazioni: il prosciutto crudo e la colomba. Alla fine li mangerò e non so se riuscirò a gestirli, perciò boh, non mi pare di avere tutta 'sta forza di volontà...

Quote:
Originariamente inviato da Gianlu..... Visualizza Messaggio
ciao vale.. concordo con lore.. ma punzione de che? se non c'è crimine non c'è neanche la punizione! e mangiare 3 fette di colomba una volta l'anno, per dire, è giusto. anche in termini di controllo dell'alimentazione. insomma fa parte della dieta e non ne inficia la qualità. non cambia proprio a livello saluare/dietistico...

quindi sgarra con la coscienza pulita


Grazie Jan, ma intanto io non sono affatto come vorrei, tu no. Tu ti guardi allo specchio con soddisfazione, io no. Ecco che secondo me tutto può essere un errore fatale per peggiorare ancora la situazione.


ma, so che lo sai

io ad esempio se voglio sono estremamente rigido e riesco a rinunciare a qualunque tentazione,

Anche io ero così finché poi non l'ho fatto per troppo tempo e ora se cedo ho veramente paura, perché non percepisco il fondo del mio stomaco.

ma se voglio sgarro all'ennesima potenza senza il minimo senso di colpa: perchè non ho "ceduto" allo sgarro ma bensi ho voluto sgarrare (anche programmato, spesso)

buona pasqua!
Io non vorrei mai invece ma so che non ce la faccio più a rinunciare a tutto. Vorrei un centesimo della tua serenità con il cibo...

Buona Pasqua


.

Rispondi Citando
Rispondi



Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Attivo
Pingbacks are Attivo
Refbacks are Disattivato



Powered by vBulletin Copyright © 2000-2010 Jelsoft Enterprises Limited
Fituncensored Forum - © 2005-2012

-->

Search Engine Optimization by vBSEO 3.0.0