Vai Indietro   FitUncensored Forum >
Personal pages
> Work in Progress
REGISTRATI FAQ Calendario Personal Trainer Gratis Segna come Letti

Work in Progress Dove postare il proprio programma di preparazione atletica, le proprie esperienze, il proprio diario personale.

Ciao amico visitatore, cosa aspetti? Apri una discussione subito nella sezione Work in Progress

Rispondi
 
LinkBack Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio
  (#1)
alberto.m alberto.m Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 1,857
Data registrazione: Feb 2013
Località: Torino
Età: 37
Predefinito Weightlifting Wannabe - 05-02-2013, 11:45 AM

Weightlifting Wannabe


Ciao a tutti,

Sono Alberto, inizio questo diario di allenamento per condividere la mia avventura nel mondo della pesistica olimpica, per cercare di fornire un piccolo contributo a chi si allena seriamente nel mondo del sovraccarico e soprattutto sfruttare () la vostra esperienza e i vostri consigli su un argomento che mi vede quasi digiuno.

anni: 26
altezza: 185 cm
peso: 81 kg
squat: 125 kg
stacco: 130 kg
panca: 95 kg

Brevemente la mia storia.
Inizio a praticare powerlifting circa 2 anni fa (dopo molto tempo gettato dietro ai pesi con poca cognizione). La grande fortuna è stata quella di trovare un coach serio e capace, atleta del Forma Club di Monza, ex agonista e tutt'ora allenato da Franco Sala. Il grande merito che gli riconosco è stato quello di introdurmi a concetti come metodo distribuito, capacità di carico e schema motorio. Nel farmi capire che i pesi salgono solo se fatti in modo tecnicamente impeccabile e che mai si deve sacrificare la forma sotto lo stress derivato dal volume (variabile da lui preferita) o dall'intensità.
Mi ha insegnato a fare lo squat e lo stacco guardando e studiando i pesisti olimpici, i libri di Medvedyev,Zatsiorsky e Verkhoshansky. Un modo di fare powerlifting sicuramente poco americano (parlo di squat con la barra alta e stacco convenzionale tecnico con percentuali di lavoro non oltre l'80%), quello alla ricerca della verticalità, dell'iperestensione estrema e della spinta di gambe con minimo coinvolgimento della schiena, per dirla all'inglese quad-dom piuttosto che hip-dom. Lavoro per flessibilità a tonnellate.

Da qui la mia passione crescente per la pesistica olimpica, passione per lo schema motorio complesso, per l'evento più che per il carico spostato. Sono un pagano adoratore della tecnica.
Dopo un paio di mesi di scrupolosa ricerca (sia interiore che della struttura attrezzata) e dopo aver frequentato il seminario sul WL dell'Accademia Italiana della Forza, la bomba è esplosa e ho deciso di gettarmi in tarda età in questa avventura.

Poniamo gli obiettivi:

Imparare i movimenti della pesistica olimpica, lo strappo e slancio. Saperli fare, non mediocremente, non benino, saperli fare alla grande, in modo perfetto.
Aumentare i kg di gambe.



Grazie a tutti dell'attenzione


Rispondi Citando
Vecchio
  (#2)
milo milo Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 9,454
Data registrazione: Feb 2006
Età: 54
Predefinito 05-02-2013, 11:53 AM


Ciao Alberto e benvenuto.

Condivido con te la passione per la pesistica olimpica e spero di avere un confronto continuativo, trovare persone che praticano alzate olimpiche e che si mettono in discussione in rete è un fatto più raro che eccezionale.

Buon diario!
Rispondi Citando
Vecchio
  (#3)
Steo Steo Non in Linea
One of Us
 
Messaggi: 70
Data registrazione: Mar 2005
Località: Torino
Età: 39
Invia un messaggio via MSN a Steo
Predefinito 05-02-2013, 12:25 PM


Questo sì che è un tuffo nel passato... Buona fortuna per la nuova avventura
Rispondi Citando
Vecchio
  (#4)
PrisonBreak PrisonBreak Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 3,069
Data registrazione: Mar 2012
Località: Piacentino D.O.C.
Età: 32
Predefinito 05-02-2013, 12:39 PM


Ciao Alberto,
fa piacere vedere il numero degli utenti del forum che praticano gli OLs aumentare. Anche io sono appassionato di pesistica, anche se ho iniziato da poco e totalmente da autodidatta, quindi seguirò il tuo diario con grande attenzione!

Buon diario!
Rispondi Citando
Vecchio
  (#5)
alberto.m alberto.m Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 1,857
Data registrazione: Feb 2013
Località: Torino
Età: 37
Predefinito 05-02-2013, 12:45 PM


Prison e Milo, non vi nascondo che attendevo con ansia un vostro riscontro, l'unico motivo per cui ho deciso di aprire il 3d su questo forum è la presenza di persone come voi. Vi seguo in modo silente da parecchio tempo.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6)
alberto.m alberto.m Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 1,857
Data registrazione: Feb 2013
Località: Torino
Età: 37
Predefinito 05-02-2013, 12:57 PM


Quote:
Originariamente inviato da Steo Visualizza Messaggio
Questo sì che è un tuffo nel passato... Buona fortuna per la nuova avventura

tieni gli occhi aperti, non sia mai che impari qualcosa.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#7)
Doc Doc Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 11,284
Data registrazione: Sep 2009
Località: Lombardia
Età: 57
Predefinito 05-02-2013, 03:09 PM


Buon diario!
... io di weightlifting non ne capisco nulla, ma mi affascina, seguirò con interesse il tuo diario come seguo in silenzio quello di Milo.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#8)
alberto.m alberto.m Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 1,857
Data registrazione: Feb 2013
Località: Torino
Età: 37
Predefinito 05-02-2013, 03:49 PM


Vi ho omesso una cosa per me basilare, sono seguito da un allenatore fisso e un secondo tecnico che ogni tanto mi getta un'occhiata, è una condizione senza la quale non avrei iniziato il discorso pesistica (sia perchè arrivo da un passato dove il PL mi è stato insegnato, sia perchè non mi reputo atleticamente così sveglio da imparare da solo a 26 anni il WL).



Al momento gli allenamenti sono strutturati a discrezione dell'allenatore, constatata una buona flessibilità mi lascia fare il lavoro di riscaldamento senza dirmi nulla di particolare.
Ci metto circa 25 minuti prima di toccare il bilanciere, 10 minuti di bike e 15 di riscaldamento generale che comprende stretching dinamico e movimenti di accosciata a vuoto con fermo nella buca, qualche hip-opener come la russian baby-maker (interessante stretch) e mobilità tibio tarsica.

La mia frequenza: 4 volte a settimana

generalmente la successione degli esercizi è questa:

1)Overhead squat presa strappo/front squat: 4 serie x 10 colpi su tavoletta propriocettiva (bascula in avanti e in dietro, non a dx e sx...obiettivo chiaramente è farla rimanere in bolla...me ne riescono 4 su 10 per adesso)

2)Tirate strappo o slancio

3)Un lavoro dalla sospensione alta

4)Mimare il lavoro dalla sospensione con bastone di legno o pollici/mani nude

5)Un movimento completo (per lo slancio mi fermo alla girata, non ho ancora visto la distensione sopra la testa)

6)Gambe avanti o gambe dietro 6x6

Non ho inserito serie e ripetizioni perchè è ancora tutto molto vago, di base il lavoro dalla sospensione è sui 3-4 colpi e 5-6 serie. Ma essendo all'inizio credo di essere seguito più ad istinto che a protocollo. Non mi è stata data indicazione di tempi di recupero.

Mi è capitato anche di fare delle discese strappo (le adoro, per coordinazione e velocità non credo esista nulla di meglio) e degli snatch balance (bilanciere da uomini scarico per adesso).

Il lavoro sulle gambe invece non lo riesco a valutare, 6x6 rappresenta per me un volume/densità notevoli per usare percentuali di carico interessanti. Mi ha lasciato scegliere il peso ponendo enfasi sul fatto che le rep fossero tutte dinamiche, non rimbalzate e verticali. Ho scelto 80 kg per il gambe dietro, è il mio 64%, quindi sto dentro la Prilepin (anzi fuori!) e lavoro tranquillo sui 36 colpi.
Il gambe avanti non avendolo mai fatto mi ha colto impreparato, sia come schema motorio che come flessibilità dei polsi e capacità di non retrovertere quando scendo profondo nella buca. Da studiare la posizione della sbarra su acromion e clavicole. Carico attuale sul 6x6: 50-60 kg.
Grande differenza sta nel fatto che a volte le gambe vengono fatte a fine sessione, e ci arrivo spompato. Questione di abitudine credo.

Il rimbalzo negli squat viene demonizzato, la discesa è lenta e la spinta veloce. Mi trovo allineato, tranne che per il bouncing. Ci devo lavorare, sono abituato a caricare la catena cinetica posteriore durante la fase eccentrica e sfruttare l'anca uscendo dalla buca con un rimbalzo (chiaramente va tenuto sotto controllo perchè il rischio di proiettare il tronco in avanti è altissimo, almeno per me). Devo imparare a scendere piano, a controllare il movimento senza dissipare l'energia della fase eccentrica e invertire in modo fluido il movimento (senza pause senza rimbalzi) spingendo il carico in modo esplosivo e composto.

Ieri sera avevo gambe dietro, l'allenatore mi ha detto: fatti il 6x6 e poi prova una tripla e carica qualcosa. L'approccio ripeto, non lo riesco ancora a capire ma dato che l'allievo sono io, eseguo e per adesso evito le domande profonde.

Ho eseguito il 6x6 a 80 kg e 2 serie da 3 colpi a 100kg (il mio 80%). Dinamiche, profonde, nessuna esitazione particolare, anche se ripeto fare gli squat dopo 2 ore di "corpo libero" è ancora da consolidare.

Mi riservo di tempestarvi con migliaia di domande riguardo l'esecuzione dei movimenti, per adesso. Faccio un po' di ordine nella testa e poi provo a stilare una serie di concetti secondo me basilari che vorrei meglio comprendere.

Sto leggendo "The Training Of The Weightlifter" di Roman, per meglio apprenderlo ne tradurrò qualche stralcio, magari potrebbe interessarvi.

Ultima Modifica di alberto.m : 05-02-2013 03:52 PM.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#9)
Jake Jake Non in Linea
UncensoredMember
 
Messaggi: 164
Data registrazione: Oct 2010
Predefinito 05-02-2013, 06:20 PM


Buon diario, ti seguirò con molto interesse
Rispondi Citando
Vecchio
  (#10)
PrisonBreak PrisonBreak Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 3,069
Data registrazione: Mar 2012
Località: Piacentino D.O.C.
Età: 32
Predefinito 05-02-2013, 07:47 PM


Quote:
Originariamente inviato da alberto.m Visualizza Messaggio
Il rimbalzo negli squat viene demonizzato, la discesa è lenta e la spinta veloce. Mi trovo allineato, tranne che per il bouncing. Ci devo lavorare, sono abituato a caricare la catena cinetica posteriore durante la fase eccentrica e sfruttare l'anca uscendo dalla buca con un rimbalzo (chiaramente va tenuto sotto controllo perchè il rischio di proiettare il tronco in avanti è altissimo, almeno per me). Devo imparare a scendere piano, a controllare il movimento senza dissipare l'energia della fase eccentrica e invertire in modo fluido il movimento (senza pause senza rimbalzi) spingendo il carico in modo esplosivo e composto.
e qui mi hai già dato uno spunto su cui riflettere, pure io sono sempre stato abituato ad eseguire lo squat con il "rimbalzo" in buca.

Quote:
Sto leggendo "The Training Of The Weightlifter" di Roman, per meglio apprenderlo ne tradurrò qualche stralcio, magari potrebbe interessarvi.
Siamo in 2 allora...
è una bella lettura tosta, comunque uno scambio di riflessioni potrebbe venire utile!

Un saluto
Rispondi Citando
Vecchio
  (#11)
alberto.m alberto.m Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 1,857
Data registrazione: Feb 2013
Località: Torino
Età: 37
Predefinito 05-02-2013, 09:26 PM


Quote:
Originariamente inviato da PrisonBreak Visualizza Messaggio
e qui mi hai già dato uno spunto su cui riflettere, pure io sono sempre stato abituato ad eseguire lo squat con il "rimbalzo" in buca.


Capisco bene, guarda in questo sport ho appurato che è spesso solo questione di abitudine, abitudine a fare in un certo modo a reclutare in un certo modo ad attivare catene in determinati momenti. Modificare su uno schema motorio consolidato è destabilizzante ma ce la possiamo benissimo fare perché, parlo per me, non so né un'atleta professionista né un master con anni anni di training alle spalle
Sarebbe utile capire il perché di questo divieto di rimbalzo, propedeutico a cosa?
Per esempio nella fase di catch mi viene sempre urlato di 'bloccare' deciso il carico e non ammortizzarlo.
Milo & co magari possono venirci in aiuto!
Rispondi Citando
Vecchio
  (#12)
milo milo Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 9,454
Data registrazione: Feb 2006
Età: 54
Predefinito 05-02-2013, 09:34 PM


Quote:
Originariamente inviato da alberto.m Visualizza Messaggio
Per esempio nella fase di catch mi viene sempre urlato di 'bloccare' deciso il carico e non ammortizzarlo.
Questo consiglio penso venga dato per non subire il carico rischiando di farsi schiacciare da esso.

Sul discorso rimbalzo nello squat se ne era parlato con Prison ma nel suo diario non ho trovato nulla, deve essere da un'altra parte, provo a cercare.

Trovato:

Rimbalzo nel Front Squat

Ultima Modifica di milo : 05-02-2013 09:36 PM.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#13)
alberto.m alberto.m Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 1,857
Data registrazione: Feb 2013
Località: Torino
Età: 37
Predefinito 05-02-2013, 10:29 PM


Quote:
Originariamente inviato da milo Visualizza Messaggio
Questo consiglio penso venga dato per non subire il carico rischiando di farsi schiacciare da esso.

Sul discorso rimbalzo nello squat se ne era parlato con Prison ma nel suo diario non ho trovato nulla, deve essere da un'altra parte, provo a cercare.

Trovato:

Rimbalzo nel Front Squat
Tnks Milo, approfondisco!
Rispondi Citando
Vecchio
  (#14)
alberto.m alberto.m Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 1,857
Data registrazione: Feb 2013
Località: Torino
Età: 37
Predefinito 05-02-2013, 10:58 PM


Quote:
Originariamente inviato da milo Visualizza Messaggio
Questo consiglio penso venga dato per non subire il carico rischiando di farsi schiacciare da esso.

Sul discorso rimbalzo nello squat se ne era parlato con Prison ma nel suo diario non ho trovato nulla, deve essere da un'altra parte, provo a cercare.

Trovato:

Rimbalzo nel Front Squat

I 5 colpi di front di Dabaya sono sempre un classico !!!! L'avrò visto 1000 volte!
Interessante la differenza tra rimbalzo muscolare, conscio e controllato e quello articolare da 'fine corsa'. Credo di essere in categoria gambe da flamingo....soprattutto in confronto a Lu ! Domani ti espongo alcune considerazioni sul gambe dietro e affini di cui mi interessa giudizio!
Rispondi Citando
Vecchio
  (#15)
milo milo Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 9,454
Data registrazione: Feb 2006
Età: 54
Predefinito 06-02-2013, 09:08 AM


Indubbiamente lo sviluppo muscolare aiuta perché il contatto dei femorali con i polpacci avviene in anticipo in chi ha più massa (e/o più grasso).
Rispondi Citando
Rispondi
Tags: , ,




Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Attivo
Pingbacks are Attivo
Refbacks are Disattivato



Powered by vBulletin Copyright © 2000-2010 Jelsoft Enterprises Limited
Fituncensored Forum - © 2005-2012

-->

Search Engine Optimization by vBSEO 3.0.0