Vai Indietro   FitUncensored Forum >
Personal pages
> Work in Progress
REGISTRATI FAQ Calendario Personal Trainer Gratis Segna come Letti

Work in Progress Dove postare il proprio programma di preparazione atletica, le proprie esperienze, il proprio diario personale.

Ciao amico visitatore, cosa aspetti? Apri una discussione subito nella sezione Work in Progress

Rispondi
 
LinkBack Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio
  (#6241)
PrisonBreak PrisonBreak Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 3,075
Data registrazione: Mar 2012
Località: Piacentino D.O.C.
Età: 33
Predefinito 05-02-2023, 07:00 PM


Quote:
Originariamente inviato da IlPrincipebrutto Visualizza Messaggio
Ho comprato un rullo di gommapiuma (di colore violetto fighetto, ma tanto chi ci fa caso) ed ho cominciato ad usarlo. Un male impensato, spero ne valga la pena.
Ne comprai uno anche io qualche anno fa (verde evidenziatore però, non viola fighetto ... non so se può fare la differenza) ma non ne ho mai colto l'utilità. Per dire ho sempre trovato molto più giovamento facendo i classici massaggi con la pallina da tennis per alleviare dolorini muscolari vari.
Spero che il tuo (viola fighetto) possa darti più soddisfazioni.


Rispondi Citando
Vecchio
  (#6242)
orange orange Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 15,191
Data registrazione: Apr 2008
Predefinito 05-02-2023, 08:38 PM


Rispondi Citando
Vecchio
  (#6243)
IlPrincipebrutto IlPrincipebrutto Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 10,853
Data registrazione: Sep 2009
Predefinito 06-02-2023, 10:50 AM


Quote:
Originariamente inviato da orange Visualizza Messaggio
<brillante invenzione grafica multilivello>
Dall'album Purple Strain, immagino.

Brilliant!


Quote:
Originariamente inviato da PrisonBreak Visualizza Messaggio
Per dire ho sempre trovato molto più giovamento facendo i classici massaggi con la pallina da tennis .
Anch'io ho sempre usato la pallina, ma in questo caso non sono proprio riuscito a trovare il modo per rotolarci sopra in maniera efficace.
Il rullo e' molto piu' semplice da quel punto di vista; non ti scivola da sotto, puoi montarci sopra e rotolartici in maniera piu' facile, e la superficie di contatto e' piu' ampia e regolare.

Fa sempre un male caino pero'; dopo cinque minuti sono spompo e sudato, per non parlare dell'indolenzimento.

Buona giornata.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6244)
milo milo Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 9,461
Data registrazione: Feb 2006
Età: 54
Predefinito 06-02-2023, 03:42 PM


Quote:
Originariamente inviato da IlPrincipebrutto Visualizza Messaggio
Anch'io ho sempre usato la pallina, ma in questo caso non sono proprio riuscito a trovare il modo per rotolarci sopra in maniera efficace
Confermo, per lavorare la fascia lata il foam è più efficace della pallina ma anche molto doloroso.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6245)
orange orange Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 15,191
Data registrazione: Apr 2008
Predefinito 06-02-2023, 08:09 PM


Una delle manipolazioni dell'osteopata è premere quella zona con le dita partendo dall'anca e scorrendo giù con forte pressione fin quasi al ginocchio. A detta sua è tra le più "dolorose".

Dopotutto è la zona della "vecchietta". Non so se è un termine nazionale, ma è quando prendi una botta sul lato della coscia, o quando a scuola ci davamo una ginocchiata a tradimento sul lato della coscia
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6246)
IlPrincipebrutto IlPrincipebrutto Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 10,853
Data registrazione: Sep 2009
Predefinito 14-02-2023, 09:49 PM


Certo che 'strapparsi' la schiena per uno starnuto e' davvero scoraggiante. Ieri sera non riuscivo a piegarmi in avanti che di pochi centimetri.



Periodo delicato; dammi la pazienza, se non puoi darmi la forza.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6247)
milo milo Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 9,461
Data registrazione: Feb 2006
Età: 54
Predefinito 15-02-2023, 04:12 PM


Ciao Prince, mi dispiace per l'accaduto, che spero si risolva il più velocemente possibile, purtroppo ho imparato a starnutire (e talvolta anche a tossire) guardando verso l'alto in postura estesa proprio per evitare episodi come quello che ti è sfortunatamente capitato.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6248)
orange orange Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 15,191
Data registrazione: Apr 2008
Predefinito 15-02-2023, 07:03 PM


E la ciliegina sarà la mail che ti arriverà domani da parte del tuo vicino, preoccupato per la potenza dei tuoi starnuti.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6249)
IlPrincipebrutto IlPrincipebrutto Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 10,853
Data registrazione: Sep 2009
Predefinito 16-02-2023, 09:28 AM


Quote:
Originariamente inviato da orange Visualizza Messaggio
E la ciliegina sarà la mail che ti arriverà domani da parte del tuo vicino, preoccupato per la potenza dei tuoi starnuti.
Ero in un bosco.
Quando ho raccontato l'episodio in famiglia, il commento e' stato "Belin, hai tirato giu' un albero?"


Anyway, stavolta e' diverso. Purtroppo, aggiungo.
Diversa e' stata la causa scatenante, appunto uno starnuto.
Diversa e' stata anche l'evoluzione dell'infortunio.
Lo starnuto di cui si parla e' avvenuto domenica mattina. Domenica sera mi sono allenato, una buona sessione di Press, seguita da tre serie da venti di squat, fino a 40Kg, per far lavorare la schiena e valutarne la tenuta. E non ho avuto alcun problema.

Lunedi', avevo solo un dolore appena percettibile, e nessun problema a muovermi.

Lunedi' sera ho quindi cominciato la mia sessione di front squat. Durante una tripla a 50Kg, un peso da warm-up, l'intera zona di cintura della schiena si e' bloccata, come presa da un crampo, da uno spasmo. Non me l'aspettavo proprio.

Soprattutto, e' diverso il decorso.
Di solito tratto i miei infortuni alla schiena con il movimento; air squat e deadlift, e lunghe serie di squat con carico progressivamente in aumento.
Nel giro di tre giorni sono di solito in grado di riprendere gli allenamenti con carichi simili a quelli che avevo prima dell'infortunio; prima ancora, diciamo dal secondo giorno di terapia in poi, posso fare una vita quasi normale, tipo mettermi i calzoni senza troppe contorsioni.

Stavolta, non c'e' alcuna reazione. Siamo a giovedi', e ancora non riesco a piegarmi in avanti, neppure di poco. Sto facendo rullo, pallina, air-everything, stretching, ma non c'e' alcuna reazione.
Ho persio messo una gel/crema, un rimedi onel quale ho scarsa fiducia, ma il resto della famiglia ha insistito cosi' tanto.

Sollevare il ginocchio sx da seduto e' ancora molto doloroso, una puntura ogni volta. Nel caso vi chiediate a cosa serve, avete mai guidato una moto?

Mentalmente, ho gia' passato tutti gli stadi da "Rinvio il programma e i miei obiettivi di un paio di giorni" a "Ricomincio in tre-quattro giorni scaricando qualche chilo" a "Perdero' tutti i progressi fatti e dovro' ricominciare ancora una volta da zero".


C.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6250)
PrisonBreak PrisonBreak Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 3,075
Data registrazione: Mar 2012
Località: Piacentino D.O.C.
Età: 33
Predefinito 16-02-2023, 11:43 AM


Purtroppo capisco la tua situazione in quanto mi sto trovando, da un mesetto, con un grattacapo analogo. Non ho consigli, purtroppo, ma ti auguro di rimetterti il prima possibile.

In bocca al lupo!
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6251)
IlPrincipebrutto IlPrincipebrutto Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 10,853
Data registrazione: Sep 2009
Predefinito 17-02-2023, 08:33 AM


Nuovi dati.

dormire sembra peggiorare la situazione, nel senso che di sera sono molto piu' mobile, il dolore e' piu' attenuato, rispetto al mattino. Non parlo dei cinque minuti dopo che uno si alza, quando si e' ancora storditi dalla notte; parlo di periodi lunghi, diciamo un'oretta, durante la quale l'intera bassa schiena e' rigida, gonfia, dolorante.

Stamattina quindi sono andato a fare una passeggiata di alcuni minuti, per far circolare sangue e riscaldare il corpo.
Quando sono tornato, ho provato a fare alcune accosciate, senza niente, come se uno andasse in bagno in mezzo ai boschi.
Alla quinta, ecco che mi sono fatto male di nuovo. Un dolore molto intenso diffuso, come un crampo molto forte, nella zona dove si mette la cintura. Ho dovuto appoggiarmi ad una sedia per rialzarmi, e comunque non potevo stare eretto, sono rimasto un po' con le mani su un tavolo, piegato in avanti, cercando di riprendere fiato.

Sono venuto al lavoro in auto, non mi pareva proprio il cso di rischiare con la moto.

La lezione e' che, se voglio fare del recupero attivo, meglio farlo la sera.
Potrebbe anche essere meglio non fare proprio nulla fino a che non mi svegliero' la mattina senza sensazione di rigidita'/dolore.

Si ricomincia da capo, per la terza volta in sei giorni.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6252)
IlPrincipebrutto IlPrincipebrutto Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 10,853
Data registrazione: Sep 2009
Predefinito 17-02-2023, 11:17 AM


OT:

'Giorno,

Questo e' probabilmente il penultimo scritto sull'argomento CoVid.
Sono uscite le motivazioni della sentenza (o meglio, delle sentenze) della Corte Costituzionale sulla legittimita' della sospensione dall'esercizio della professione per il personale sanitario che aveva rifiutato la vaccinazione, ed avrei alcuni commenti da fare.

(Nota: per definizione, una sostanza che non da' immunita' e non ferma il contagio non e' un vaccino. E' quindi secondo me improprio e scorretto parlare di vaccinazione, a meno di non cambiare la definizione; e questo e' stato fatto. D'altronde, per un vaccino vero affermazioni come "I non vaccinati sono un pericolo per i vaccinati" sarebbero insensate, cosi' come sarebbe insensato vaccinare chi ha gia' fatto la malattia. Ed anche questo e' stato detto e fatto.
In ogni caso, per evitare lunghe perifrasi, usero' anch'io questi termini, ma volevo mettere in chiaro che per me sono falsi e fuorvianti).

Ora, commentare una sentenza di questo livello e' indubbiamente un atto di superbia, o di hybris come dicevano gli antichi. Si parla di Corte Costituzionale, quindi di un organismo che si ritiene composto di persone all'apice della professione, depositari di competenza e discernimento senza pari. Chi sono io per commentare il lavoro di personaggi cosi' titolati? Capisco le perplessita'; non posso offrire altra giustificazione che le parole che seguono.

Le fonti da cui traggo quello che segue sono il testo di una delle sentenze (https://www.eius.it/giurisprudenza/2023/053) e il comunicato stampa che l'ha accompagnata (https://www.cortecostituzionale.it/d...0209144836.pdf).
L'ordine in cui esporro' i punti secondo me salienti non rispecchia quello con cui sono esposti nei testi.

Cominciamo.

<quote>
E ciò tanto in termini di durata, posto che, secondo quanto già sopra evidenziato, il legislatore ha introdotto, sin dall'inizio, una durata predeterminata dell'obbligo vaccinale, modificandola, costantemente,
<unquote>

Io sono forse troppo anale nell'uso del linguaggio, anzi, togliamo pure il forse. Ma da un organismo di questo livello mi aspetterei piu' rispetto per il significato delle parole. A me sembra che una durata, o una lunghezza, o una qualsiasi quantita' misurabile non puo' essere predeterminata e modificata costantemente allo stesso tempo.

Sempre in tema di linguaggio, mi ha colpito questo passaggio:

<quote>
13.2.- ...la conseguenza del mancato adempimento dell'obbligo è rappresentata dalla sospensione dall'esercizio delle professioni sanitarie, con reintegro al venir meno dell'inadempimento dell'obbligo e, comunque, dello stato di crisi epidemiologica. La scelta - che non riveste natura sanzionatoria - ...
<unquote>

Per il lemma 'sanzione', il dizionario Treccani riporta tra le altre la definizione seguente (https://www.treccani.it/vocabolario/sanzione/):
"2. Con sign. generico, qualsiasi mezzo con cui si afferma l’autorità e si impone il rispetto di una norma (morale, religiosa, giuridica). ... s. amministrativa, punizione, spesso di carattere pecuniario, inflitta dall’autorità amministrativa a chi viola una norma di natura amministrativa o incorre in una contravvenzione;"

In che cosa la sospensione dall'esercizio della professione e' diversa negli effetti da una sanzione amministrativa? Come puo' il sospendere un addetto, privandolo dello stipendio, essere altro che una punizione, viste anche le evidenti ricadute pecuniarie? Secondo la Corte, verrebbe da concludere, l'Italia e' una Repubblica fondata sul lavoro, ma privare *per legge* qualcuno del proprio lavoro non e' una sanzione. Faccio fatica a conciliare il tutto.


C'e' poi la questione dell'apparente contradditorieta' tra obbligo e consenso informato. La Corte la risolve (anche) cosi':

<quote>
“Qualora, invece, il singolo – continua la sentenza - adempia all’obbligo vaccinale, il consenso, pur a fronte dell’obbligo, è rivolto, proprio nel rispetto dell’intangibilità della persona, ad autorizzare la materiale inoculazione del vaccino”
<unquote>

L'intero brano mi lascia un sapore strano, come di astuto magheggio; sembra corretto a prima vista, ma non riesco ad afferrare tutti i passaggi. Mi si obbliga a farmi una puntura, ma mi si chiede il permesso di penetrare il mio corpo con un ago, senza il quale la puntura non si puo' fare. Il risultato e' che alla fine sono io a consentire, invece di essere obbligato, il che, oltre a suonare strano, modifica radicalmente la responsabilita' per eventuali conseguenze. Infatti, quello che la corte chiama succintamente 'consenso' era anche una manleva piuttosto ampia nei confronti di terzi per qualsiasi danno derivante dall'iniezione. Vedremo oltre che ci sono altre considerazioni da fare sul punto.


Visto l'argomento, c'era da aspettarsi che la Corte avrebbe fatto uno scontato riferimento alle evidenze scientifiche, una attesa che non e' andata delusa:

<quote>
Sull'efficacia della vaccinazione... Numerose evidenze scientifiche internazionali hanno dimostrato l'elevata efficacia dei vaccini anti-COVlD-19 disponibili ad oggi, sia nella popolazione generale sia in specifici sottogruppi di categorie a rischio, inclusi gli operatori sanitari» (pagine 2 e 3 della nota dell'ISS).
<unquote>

Viene difficile commentare affermazioni del genere, che non sono della Corte ma che la Corte fa proprie; affermazioni smentite ripetutamente dai fatti, e che erano esagerate sin dall'inizio (dolosamente? Qui un articolo che dovrebbe far riflettere: https://www.researchgate.net/publica...he_Co vid_Era). Mi viene anche difficile contemplare il concetto di diritti che sono tali, o diventano semplici concessioni, a seconda di cosa dice la Scienza, dove per Scienza sembra intendersi una istituzione, nella sua manifestazione del momento, piuttosto che un processo per l'aumento della conoscenza. Vorrei ricordare, giusto per fare un esempio, che il Manifesto Della Razza rappresentava lo status delle conoscenze dell'epoca, e fu firmato da fior di scienziati. Oppure, con parole che la Corte forse non approverebbe, vorrei ricordare come funzionano certi meccanismi della produzione scientifica odierna: https://laterum.wordpress.com/2023/0...agna-di-merda/


Dulcis in fundo, e questo e' il pezzo secondo me piu' significativo, la Corte scrive questo:

<quote>
Nella sua pronuncia, in particolare, la Corte ha chiarito – sempre in linea con la propria giurisprudenza - che il rischio remoto, non eliminabile, che si possano verificare eventi avversi anche gravi sulla salute del singolo, non rende di per sé costituzionalmente illegittima la previsione di un trattamento sanitario obbligatorio, ma costituisce semmai titolo all’indennizzo
<unquote>

Questo e' secondo me il punto centrale. Anche ammettendo che un vaccino (un qualsiasi vaccino, non solo il sedicente vaccino CoVid-19) sia efficace come da definizione, dalla somministrazione obbligatoria deriva una asimmetria insanabile tra societa' e individuo. Gli effetti positivi della somministrazione sono godimento dell'intera' societa', a partire dal minor numero di malati. Ma gli effetti negativi, quando si manifestano, sono appannaggio del singolo, e per definizione non condivisibili.

Ora, il meccanismo danno-indennizzo non e' nuovo. I proprietari delle case di Via Porro sono stati espropriati (danno per ciascun singolo) per consentire la costruzione del nuovo ponte autostradale dopo il crollo del Morandi (vantaggio collettivo). All'esproprio e' corrisposto un indennizzo molto generoso (e ci mancava ancora...) che ha messo rimedio alle perdite materiali (anche se non a quelle affettive) e ha consentito di riprendere una vita normale, come avveniva prima dell'esproprio stesso.

Ma nella sua sentenza, secondo me, la Corte salta un fosso, ed introduce nell'ambito coperto da indennizzo una categoria di danni che finora ne erano rimasti fuori: i danni alla salute (incluso il danno ultimo, la morte). La Corte, in pratica, stabilisce che d'ora in poi anche la salute e la vita hanno un prezzo. E che d'ora in poi e' possibile menomare deliberatamente la salute di una persona, financo ucciderla (se la somministrazione di una sostanza puo' portare alla morte, anche se rara, imporre l'obbligo di somministrazione implica accettare di provocare delle vittime) , sapendo che la sanzione massima e' quella del pagamento di un indennizzo. Indennizzo che peraltro casi recenti hanno quantificato in 77 mila euro circa (vedi recenti sentenze sui casi di otto persone uccise dal vaccino CoVid-19).

Ma mentre un appartamento si puo' ricomprare, e la vita riprendere come prima, una lesione fisica permamente cambia la vita, in peggio, per sempre, una situazione che nessuna somma pecuniaria puo' rimediare. Ragion per cui, di fronte al rischio di veder cambiare la proria vita in peggio, il rifuto della somministrazione, senza conseguenze, dovrebbe sempre essere contemplato.
Questa sentenza certifica che d'ora in poi, appoggiandosi alle evidenze scientifiche del momento, si potra' passare sopra diritti fondamentali, sopra il principio di precauzione, si potra' obbligare la gente a giocare alla roulete russa degli eventi avversi, rimediando ad eventuali esiti infausti con moneta contante.
Secondo me, e' un precedente pericolosissimo.


/OT
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6253)
orange orange Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 15,191
Data registrazione: Apr 2008
Predefinito 17-02-2023, 07:21 PM


Per la schiena l'idea di fare una passeggiata non era malvagia, ma per mia esperienza non sempre è la cosa ottimale.
Non so se è la postura (magari anche imperfetta causa contratture), l'appoggio dei talloni o altro, ma a volte è inutile o anche peggiorativa.
Paradossalmente riesco meglio a correre, chiaramente corsa tranquilla. Non so se è per la postura o un appoggio più ammortizzato (che non avrei se corressi da "tallonatore").

A me le attività che mi danno più beneficio della camminata sono fare le scale o pedalare. Difatti una volta mi ero mezzo bloccato mentre ero in giro in MTB dopo aver preso male una grossa radice. All'inizio stavo quasi per chiamare e farmi venire a prendere visto che facevo fatica anche a rimettermi in sella, ma visto che ero a 20 Km da casa ho provato a ripartire. Primi km atroci, ma verso casa ero quasi tornato a posto.
Anche le scale le trovo efficaci. Parto cauto, quindi un gradino alla volta, poi inizio a farle a due a due, sempre con movimenti il più controllati possibili proprio per tenere sempre alta l'attenzione. Perché come sai bene basta un nulla per tornare punto e a capo.
Quando fare gli scalini doppi mi dà sicurezza, aggiungo anche un po' di peso che tengo tra le mani per far lavorare ancora di più la schiena. Sempre ripartendo da scale singole, poi se vedo che è tutto OK, doppie.

Chiaramente non è detto che ciò che funziona con me sia valido anche per te. Anche perché bisognerebbe sapere la causa mia, che è ignota ma sempre la stessa (mai indagato con esami), e cosa ti sta facendo penare ora.
Poi la solita cosa che dico, di tenere la zona al caldo. Soprattutto nei momenti post "crack" aiuta a riprendere sembianze più giovanili.

Non so se in palestra hanno la stair machine. Poi le cyclette ci sono, meglio ancora se usi una da spinning dove hai più regolazioni per trovare una posizione comoda.
Così intanto dai anche uno sguardo al tuo bilanciere.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6254)
milo milo Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 9,461
Data registrazione: Feb 2006
Età: 54
Predefinito 12-04-2023, 03:42 PM


Ciao Prince,

ti volevo chiedere un parere personale relativamente all'uso della cintura nello squat e nello stacco da terra, in particolare che cosa ne pensi dell'utilizzo di una cintura da 3" in altezza rispetto a quella da 4", hai riscontrato una differenza nella performance durante una serie di lavoro a più ripetizioni (almeno una quintupla)? Quanto sono spesse le cinture che usi?

P.s. Come procedono gli allenamenti (terrazza e palestra)?

Ciao e grazie
Rispondi Citando
Vecchio
  (#6255)
milo milo Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 9,461
Data registrazione: Feb 2006
Età: 54
Predefinito 12-04-2023, 07:13 PM


Quote:
Originariamente inviato da milo Visualizza Messaggio
...ti volevo chiedere un parere personale relativamente all'uso della cintura nello squat e nello stacco da terra...
Aggiungiamo anche il press, se lo fai con la cintura.

Rispondi Citando
Rispondi



Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Attivo
Pingbacks are Attivo
Refbacks are Disattivato



Powered by vBulletin Copyright © 2000-2010 Jelsoft Enterprises Limited
Fituncensored Forum - © 2005-2012

-->

Search Engine Optimization by vBSEO 3.0.0