Vai Indietro   FitUncensored Forum >
Allenamento - Le Basi
> Allenamento: Periodizzazione e programmazione
REGISTRATI FAQ Calendario Personal Trainer Gratis Segna come Letti

Allenamento: Periodizzazione e programmazione La teoria, la tecnica, le scuole di pensiero e tutto ciò che occorre per un allenamento proficuo e senza traumi.

Ciao amico visitatore, cosa aspetti? Apri una discussione subito nella sezione Allenamento: Periodizzazione e programmazione

Rispondi
 
LinkBack Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio
  (#16)
sOmOja sOmOja Non in Linea
Power Doctor -[]-----[]-
 
Messaggi: 2,840
Data registrazione: Jun 2005
Età: 33
Predefinito 11-05-2012, 03:14 PM


Quote:
Originariamente inviato da dean1 Visualizza Messaggio
Ti fornisco i dati completi appena torno! devo portare i figli dai nonni!
grande!!


Rispondi Citando
Vecchio
  (#17)
greatescape greatescape Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 20,466
Data registrazione: Jun 2007
Invia un messaggio via MSN a greatescape
Predefinito 11-05-2012, 03:28 PM


Non avevi detto che i muscoli dovevano recuperare in 48 ore?
Poi anche allenandosi in split gli altri muscoli per via indiretta lavorano sempre
Rispondi Citando
Vecchio
  (#18)
dean1 dean1 Non in Linea
ParentalAdvisoryMember
 
Messaggi: 303
Data registrazione: Jun 2010
Predefinito 11-05-2012, 04:05 PM


Quote:
Originariamente inviato da greatescape Visualizza Messaggio
Non avevi detto che i muscoli dovevano recuperare in 48 ore?
Poi anche allenandosi in split gli altri muscoli per via indiretta lavorano sempre
si Great, lo ho detto e lo sostengo ancora ma lasciami continuare e dopo tiriamo le conclusioni.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#19)
dean1 dean1 Non in Linea
ParentalAdvisoryMember
 
Messaggi: 303
Data registrazione: Jun 2010
Predefinito 11-05-2012, 04:23 PM


x sOmOja

la sostanza miotossina utilizzata é l' anestetico bupivacaina allo 0,5 % in soluzione fisiologica.

Bassa frequenza testata : min10 max 20 Hz tempi (0.5"- 10")

Alta frequenza testata: min 100 max 150 Hz ( 0.5"- 10")

e adesso continuiamo, ho qualche minuto disponibile
Rispondi Citando
Vecchio
  (#20)
greatescape greatescape Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 20,466
Data registrazione: Jun 2007
Invia un messaggio via MSN a greatescape
Predefinito 11-05-2012, 04:31 PM


non voglio andare ot ma all' inizio i muscoli reagiscono bene ad ogni stimolo
i ginnasti hanno gran fisici ma mica fanno allenamenti come dici te somoja
molti allenamenti sono statici o con movimenti continui
Rispondi Citando
Vecchio
  (#21)
sOmOja sOmOja Non in Linea
Power Doctor -[]-----[]-
 
Messaggi: 2,840
Data registrazione: Jun 2005
Età: 33
Predefinito 11-05-2012, 04:38 PM


@great: ti stupiresti delle analogie tra gli allenamenti consigliati da me e da alcuni allenatori italiani e quelli dei ginnasti o altri atleti di prestazione.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#22)
dean1 dean1 Non in Linea
ParentalAdvisoryMember
 
Messaggi: 303
Data registrazione: Jun 2010
Predefinito 11-05-2012, 04:49 PM


Il meccanismo rigenerativo, viene innescato dalla degenerazione di fibre muscolari, caratterizzata da distruzione del sarcolemma, aumento della permeabilità e necrosi.

Quindi si crea una infiammazione.

Alla contemporanea attivazione e migrazione sul sito delle cellule satelliti nelle prime ore ore si assiste all’invasione del tessuto danneggiato da parte dei neutrofili, che danno il via al processo di fagocitosi, a cui seguono, nelle successive 48 ore, i macrofagi.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#23)
dean1 dean1 Non in Linea
ParentalAdvisoryMember
 
Messaggi: 303
Data registrazione: Jun 2010
Predefinito 11-05-2012, 05:01 PM


I macrofagi hanno una funzione fondamentale.

Decidono infatti sul "dopo" .

come? sono capaci di mandare segnali di up-regulation e down regulation ( per essere piú chiaro, aumentare o diminuire ) tramite un processo piuttosto complesso ma per semplificare diciamo che sono i modulatori del rilascio di fattori di crescita paracrini ( ci torno dopo)

nel processo Ca++ modulina- calcioneurina.

Questo processo determina il FENOTIPO DELLE NUOVE NATE DALLA FUSIONE DEI MIOBLASTI. Lo spiego tra poco.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#24)
dean1 dean1 Non in Linea
ParentalAdvisoryMember
 
Messaggi: 303
Data registrazione: Jun 2010
Predefinito 11-05-2012, 05:13 PM


Seconda parte:

Fenotipo, fattori di crescita, la pompa del Ca++ e le chinasi, forsforilazioni e sintesi proteica.

Piú tardi...

Até mais
Rispondi Citando
Vecchio
  (#25)
Andrew Andrew Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 1,127
Data registrazione: Aug 2010
Predefinito 11-05-2012, 07:11 PM


Dean ma da dove sbuchi? Peccato tu abbia iniziato recentemente con questi interventi.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#26)
dean1 dean1 Non in Linea
ParentalAdvisoryMember
 
Messaggi: 303
Data registrazione: Jun 2010
Predefinito 11-05-2012, 07:35 PM


Alcune considerazioni prima di proseguire.

1. bisogna sforzarsi di immaginare la concatenazione di eventi come complessiva , dinamica ed avere una visione non statica.

Gli impulsi nervosi vanno invece immaginati come una tempesta di fulmini continua e coordinata. Immaginate che é un lavoro magnifico ed imponente. Una singola molecosa di fosfochinasi opera sul substrato alla velocitá di milioni di operazioni in pochi secondi e la potenza di un enzima non ha pari in natura. La quantitá di reazioni chimiche che un enzima riesce a catalizzare in pochi secondi, senza di esso avverrebbero in " MILIONI DI ANNI" .

Cercate di immaginare il flusso coordinato, un cantiere aperto costantemente al lavoro dove molti processi si sovrappongono, si alternano, si regolano, cooperano per uno scopo. Non limitarsi a pensare che " tutto il muscolo va a riposo" per esempio , é un buon modo per capire la biochimica e la fisiologia del muscolo scheletrico, del sistema ormonale e cosí via. CHIUSA PARENTESI.

si prosegue
Rispondi Citando
Vecchio
  (#27)
dean1 dean1 Non in Linea
ParentalAdvisoryMember
 
Messaggi: 303
Data registrazione: Jun 2010
Predefinito 11-05-2012, 08:09 PM


I macrofagi hanno come punto di riferimento la cosidetta " pompa del calcio" Ca++.
il rilascio di Ca++ dal reticolo sarcoplasmatico e la modificazione di quantitá dello stesso a livello intracellulare induce depolarizzazione, le maglie della miosina e della actina si avvicinano e la miofibrilla si contrae.
Al termine della contrazione dovrebbe avvenire il processo inverso.
Questo é un punto focale.
Perché sotto l'azione di uno stimolo come per esempio una resistenza, un peso..il processo inverso non avviene con il riassorbimento totale ed immediato del Ca++. Avviene uno scompensamento. Questo scompensamento ha delle conseguenze sulla miofibrilla/miofibrille e apre quelle che possiamo definire le vie del segnale Ca++.

a dopo.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#28)
greatescape greatescape Non in Linea
All the Truth Member
 
Messaggi: 20,466
Data registrazione: Jun 2007
Invia un messaggio via MSN a greatescape
Predefinito 11-05-2012, 09:41 PM


ma di allenamenti anche inerenti all' ipertrofia con le varie risposte ne volete parlare o è solo un discorso tecnico tra medici?
Rispondi Citando
Vecchio
  (#29)
dean1 dean1 Non in Linea
ParentalAdvisoryMember
 
Messaggi: 303
Data registrazione: Jun 2010
Predefinito 11-05-2012, 09:49 PM


Quindi, un controllo sulla fase eccentrica in realtá é una modulazione concentrica dove lo stimolo nervoso é volontario e perdura.
lo ione Ca++ é quindi ancora necessario.

Per contro il metabolismo energetico utilizzato nei primi secondi sostiene questo processo attraverso la rigenerazione di ATP tramite CP, ma se dura di piú allora la rigenerazione di ATP diventa Lattacida..si abbassa il Ph...si inibisce il rilascio di Ca++ ma una parte dello stesso é ancora in azione per supportare una innaturale contrazione in fase eccentrica.

TILT. Lesione> infiammazione> rigenerazione..SI ma una aumentata frequenza di questo processo genera qualcosa di nuovo...

L' ipertrofia viene in soccorso alla normale rigenerazione iperplasica.

Vedremo come.
Rispondi Citando
Vecchio
  (#30)
dean1 dean1 Non in Linea
ParentalAdvisoryMember
 
Messaggi: 303
Data registrazione: Jun 2010
Predefinito 11-05-2012, 10:01 PM


l' esercizio del ginnasta agli anelli e la ipertrofia evidente (e funzionale a questo tipo di esercizio) é un esempio che ritengo possa essere considerato a sostegno di quanto finora detto.

Difatti, si ha un controllo ed una tensione motoria continua sia in fase eccentrica che concentrica che coinvolge un elevato numero di sezioni muscolari per un tempo sufficiente ad innescare la acidosi ed una frequenza di allenamento elevata.
Rispondi Citando
Rispondi



Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Attivo
Pingbacks are Attivo
Refbacks are Disattivato



Powered by vBulletin Copyright © 2000-2010 Jelsoft Enterprises Limited
Fituncensored Forum - © 2005-2012

-->

Search Engine Optimization by vBSEO 3.0.0